Non hai ancora verificato il tuo indirizzo e-mail

Pino Procopio - I delfini le balene e il ghiozzo

Numero di riferimento lotto 21064247
Pino Procopio - I delfini le balene e il ghiozzo

L'asta che stai visualizzando è terminata

Mostra aste in corso

Offerta valida!

Per poter fare un'offerta non devi fare altro che accedere o creare un account gratuito.

Ti sei già registrato?

Nuovo utente?

Crea un account gratuito

In attesa di prolungamento delle offerte Lotto chiuso L'asta inizia tra Il lotto chiude tra: L'offerta scade tra:

Serigrafia - Firmato - senza cornice - 2017

Artista: Pino Procopio
Titolo dell'opera: I delfini le balene e il ghiozzo
Tecnica: Serigrafia
Firma: Firmato
Anno: 2017
Periodo: 2010-presente
Condizione: Nuovo
Dimensioni totali (H/Largh./P in cm): CM. 50X50
Venduto con cornice: No

PINO PROCOPIO
''I delfini le balene e il ghiozzo''
Serigrafia polimaterica a 35 passaggi di colore
Cm. 50X50
Edizioni Galleria d'arte La Riva
Tiratura: 100 Numeri Arabi, 50 Numeri Romani
Certificato di Garanzie e timbro secco dell´editore

BIOGRAFIA DELL'ARTISTA:
Pino Procopio nasce nel 1954 a Chiaravalle in Calabria. Già durante la scuola materna si diletta a modellare l’argilla. Alle scuole medie realizza dei disegni erotici, per i quali riceve non pochi rimproveri. Frequenta il liceo artistico per poi iscriversi alla facoltà di architettura a Roma, senza mai trascurare la sua attività artistica. Negli anni ‘70, nelle sue passeggiate romane inizia a frequentare alcune gallerie. La sua prima mostra viene inaugurata a Roma al centro d’arte ‘’La Bitta’’ nel 1980.
Segue una fiorente carriera artistica ricca di produzione e di mostre nelle maggiori città italiane. Le opere di Procopio esprimono ironia, sarcasmo se non addirittura cinismo. La sua espressione artistica è provocatoria, assente di preconcetti, rivelazione di una tenuità intellettuale. Oggi Procopio è riconosciuto tra i maggiori maestri del ‘900 italiano ed internazionale.
Come disegnatore, pittore e scultore, Pino Procopio possiede una spiccata e tagliente ironia. Basta guardare a caso i suoi disegni: acquarelli, tempere, olii, bronzi per avere la percezione immediata. O basta guardare le sue donne: Virginia, Ida, Sara, La donne di Malta, Vedove bianche, Promesse spose. Ma per quanto possa infierire su di loro, egli ama le donne come le amava Fellini. Procopio inscena una festa degli occhi, dei sensi, della fantasia. E’ il mondo visto da un occhio bisbetico , munito d’una lente deformante, e restituito da una mano umorale e capricciosa, dal tratto incisivo e fulmineo, l’uno e l’altro tendenti al gioco, al riso, all’umorismo caricaturale, alla parodia, una parodia dolce-amara, allegra, esilarante. La prima dote di Procopio è l’ironia. Nel suo caso l’umorismo non è il contrario dell’ironia, ma nasce dall’ironia. L’ironia è un atteggiamento di base, che ha anche una valenza morale, ma non è connessa in modo così diretto al problema del bene e del male. Fra l’ironia e l’umorismo il nostro autore inserisce uno sguardo deformante, il suo estro caricaturale, la sua immaginazione espressiva. E’ da qui che nasce il riso, la comicità, il divertimento. Procopio ha la sua personale idea dell’ironia: ‘’L’ironia – egli dice – è efficace quando c’è immediatezza, esasperarla diventa stancante. Ecco perché io dipingo di getto. Un quadro devo finirlo nel più breve tempo possibile, prima che sia lui a finire me.’’ La genesi delle pittura di Procopio va rinvenuta a Chiaravalle dove trascorre gli anni dell’infanzia e a Roma, dove matura la sua vocazione all’arte. Alcuni dei temi sui quali Procopio esercita il suo irridente talento sono la coppia, il rapporto a due, il matrimonio, una realtà che gli è famigliare sin dal soggiorno nella sua nativa calabria. Procopio dice di non essere amante della satira, ma ciò è vero fino ad un certo punto. C’è molta satira nelle sue opere, egli spende il suo estro caricaturale su tutto e tutti: la società, la cultura, la storia e la mitologia. Egli conosce bene la storia dell’arte e non esita a parodiare i mostri sacri del passato, siano essi Piero della Francesca, il Martegna, Antonello da Messina, come non esita a parodiare gli dei o semidei della mitologia. Dopo il liceo artistico Procopio aveva frequentato la Facoltà di architettura. Sarebbe stato più che logico che Procopio, una volta laureato, entrasse nello studio d’uno dei maestri allora in voga e si avviasse alla carriera di architetto. Evidentemente la sua vocazione era un’altra. ‘’La pittura è un destino’’ diceva Matisse. E aveva iniziato a fare il pittore professionalmente, dando libero sfogo al suo talento di disegnatore ironico e caricaturale. ‘’Non poteva che essere così’’ commenta lui stesso. Il disegno è la sua forza. Procopio è un pittore solitario. ‘’E’ vero, sono un pittore solitario, dal 1984 vivo a Giulianova pressoché in solitudine. Cosa faccio quando non lavoro? Ascolto il silenzio. Sogno il quadro che debbo dipingere. Se non avessi fatto il pittore, avrei fatto il falegname. D’inverno il falegname, d’estate il pescatore.’’

BIOGRAFIA DELLA GALLERIA:
La Galleria d’Arte La Riva è stata fondata nel 1970 da Ginevra Montani Tattoni iniziando un percorso nelle arti figurative con i principali Maestri del Novecento italiani ed internazionali, quali Michele Cascella, Domenico Cantatore, Massimo Campigli, Renato Guttuso, Salvatore Fiume, Franz Borghese e Carlo Levi con i quali la galleria ha avuto una florida collaborazione artistica ed umana. Nel 1983 si svolge la prima mostra dell’artista Pino Procopio con il quale la Galleria continua a collaborare ancora oggi, in un sodalizio artistico ed umano ormai trentennale celebrato con una mostra personale del Maestro nel luglio 2013. Nel corso degli ultimi anni la Galleria si è dedicata principalmente all’Arte contemporanea realizzando mostre di Maestri come Luca Alinari, Ugo Attardi, Carla Accardi, Alberto Gianquinto e tanti altri. Ha, inoltre, organizzato, Mostre collettive sulla Pop Art, la Transavanguardia sia in Galleria che in Musei. La partecipazione ad importanti Fiere d’Arte moderna e contemporanea ha portato la Galleria a Padova, Bari, Bergamo, Arezzo, Viterbo e Pavia. E’ recente, invece, l’attività di ricerca di nuovi talenti dell’Arte, come Paola Di Domenico, Massimo Forzani o Arturo Baldan, nuove avanguardie nel settore contemporaneo. La Galleria La Riva ha sempre fondato il suo rapporto con il cliente sulla fiducia e la stima reciproca, instaurando con i suoi collezionisti solidi legami. E dopo oltre quarant’anni di attività possiamo dire di essere ancora felici ed entusiasti di proseguire quest’affascinante viaggio nell’Arte.

It gallerialariva  pro top

Punteggio di feedback: 100.0
Recensioni fatte: 24
Iscritto dal: 3 gennaio 2018
  • Tutto ok. Arrivato anche prima del previsto.

    user-7520927 13 novembre 2018

  • Tutto perfetto

    iacopofrancesca 9 novembre 2018

  • Spedizione rapidissima, tutto in perfetto ordine, tutto ok

    arrier66 7 novembre 2018

  • ALLRIGHT, Pueblo de CATAWIKI.
    Zwei Lithographien du grand peintre Procopio,
    sternam et pulcra, por pendigi kien ajn vi volas,
    eĉ en la necesejo............................ahahahah

    user-e2df1b5 2 novembre 2018

  • Puntuali e opera come da foto. Ottimo fornitore.

    Bacorte 31 ottobre 2018

  • Attenzione: alcuni elementi della pagina sono stati tradotti automaticamente.
    Opera perfetta e consegna eccezionale grazie
    Visualizza traduzione Traduzione automatica. Disattiva

    user-c2b2208 21 ottobre 2018

  • Ottima spedizioni

    gabriellasichel 19 ottobre 2018

  • Attenzione: alcuni elementi della pagina sono stati tradotti automaticamente.
    Tutto perfetto! Articolo come da foto e spedizione in tempi brevissimi
    Visualizza traduzione Traduzione automatica. Disattiva

    user-286d147 15 ottobre 2018

  • Parcel arrived! All ok! Thank you very much

    Manuelew 7 ottobre 2018

  • Perfetto

    CelsoPaolo 20 settembre 2018

  • Tutto ok

    iacopofrancesca 13 agosto 2018

  • Ottima esperienza!

    Gaiaga 20 luglio 2018

  • Imballaggio perfetto, spedizione rapida.
    Super!

    FrancescoPostacchini 7 luglio 2018

  • tutto a regola d'arte. Imballaggio estremamente curato ed efficiente. molto bene

    61marco61 14 giugno 2018

  • Tutto ok.
    Veloci e precisi.

    DellaStefano 21 maggio 2018

Guarda tutte le 24 recensioni

Consegna

Il venditore spedirà l'oggetto entro 3 giorni lavorativi dalla notifica di avvenuto pagamento.

Le spese di spedizione sono solo per destinazioni continentali.
Ulteriori informazioni

Spese di spedizione

Stati Uniti €50,00
Austria €30,00
Belgio €30,00
Canada €50,00
Cina €50,00
Danimarca €30,00
Francia €30,00
Germania €30,00
Irlanda €30,00
Italia €15,00
Lussemburgo €30,00
Norvegia €50,00
Paesi Bassi €30,00
Polonia €30,00
Portogallo €30,00
Regno Unito €30,00
Spagna €30,00
Svezia €30,00
Svizzera €50,00
Resto d'Europa €30,00
Resto del mondo €50,00

Se ti aggiudichi più di un lotto dello stesso venditore nell'ambito della stessa asta pagherai le spese di spedizione una sola volta. In questo caso pagherai solo le spese di spedizione più elevate.

Tutte le nostre aste sono soggette a supervisione notarile 

Opzioni di pagamento

Visa Mastercard Sepa_credit_transfer

Condividi questo lotto con i tuoi amici

Siamo spiacenti, ma non possiamo accettare la tua offerta

Per via di un pagamento in sospeso, al momento non puoi fare offerte su Catawiki.

Quando il tuo pagamento verrà elaborato, potrai fare nuovamente le tue offerte come prima. Tieni a mente che se decidessi di pagare tramite bonifico bancario, l'elaborazione del tuo pagamento potrebbe richiedere fino a 2 giorni lavorativi. Pertanto ti consigliamo di utilizzare uno dei metodi di pagamento diretti disponibili sulla nostra pagina di pagamento.

Paga adesso

X
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
o Accedi